13k+ testi hip hop italiani.

Manifesto
Pooglia Tribe

♥ 1430

Sapp'Siane: Libra dopo libra, vibra scorre su ogni fibra, pigra ogni jam arriva,
sfibra poi in una diatriba. C'è chi a tempo di clessidra sul parteur balla con verve,
c'è il dj che serve versions ad mc's con savoir faire. tra sguardi perplessi,
da solo o con un complesso, ogni b-boy vuole essere impresso nella massa.
Gas dà allo show con tutto se stesso, perchè con un consenso vorrebbe darsi un senso.
Se incidi sopra un cd, o basi fai via midi, in qualunque modo lo condividi,
l'hip-hop connota noi come individui. l'hip-hop in luce mette lati, sotto tutti i gradi,
di b-boy omologati come numeri e dati. Tra strati di ogni ceto e tipo,
coinvolge come il tifo e là dove l'hip-hop è vivo si esprime con lingo nativo, esclusivo,
propulsivo, spinge dentro il collettivo ogni spirito creativo verso chi è più competitivo.

L'Egitt: Abbash...shee, abba-abba-abbash....abbash..shee
Swingo con Mingus, frutto di un Ficus Hocus Pocus, brucia fuoco su fuoco, alberi in fumo,
avorio sottratto gioco d'impatto su terra bruciata da esperti, parolieri senza amore.
No...no... L'unica nota dolente è il cuore, la musica soffre dentro in eterno, relativo,
se è vero che tutto si trasforma, nessun dorma, siate svegli!
La vostra parola vale quanto il mare, può bagnare o aridare, parlare o zittire,
a questo punto è una scelta, allora, scelgo di comunicare gioie e dolori, colori e rumori,
mentre battono i cuori.

Rit 2x Dimmi di cosa parli, spiegalo quando canti.
(L'Amish d'Abbash con Tony Fine e Sapp'Siane)
Ditemi siete in tanti? Fatemi se si sente ( si sente sè, sè, sè,!)

Topofante: L'Amish D'Abbash giù stanno, dimmi un poco, gli amici tuoi dove vanno,
vanno dove vanno, stanno come stanno, i ragazzi da giù, u' Frà, se ne vanno.
L'Amish D'Abbash vivono giù e rimangono, mandano, segnali di rispetto e cultura,
per i ragazi che la sentono e la pensano, come noi, ma da giù se ne vanno su,
e allora dimmi tu, alla fine non se ne sa più niente.
Conta quante speranze se ne sono andate dal Sud, punta un dito contro chi ti vuole ignorante,
e ti degna di speranze, ma non dargli retta e pensaci prima di tutto,
perchè nessuno ti dà niente per niente. Questa è la verità,
si campa alla giornata in questa città, dimmi da lì dimmi da là,
L'Amish D'Abbash con Tony Fine e Sapp'Siane, Pooglia Tribe ancora non li vuoi. No, no?

Rit 2x Dimmi di cosa parli, spiegalo quando canti.
(L'Amish d'Abbash con Tony Fine e Sapp'Siane)
Ditemi siete in tanti? Fatemi se si sente ( si sente sè, sè, sè,!)

Tony Fine: I say the Hip-Hop, the hippy, l'hip-hop muove tipi, crea miti tra riti e vestiti,
dona proseliti di crediti ai più dediti, ma nonostante i meriti i pù dediti vivon di debiti.
e yo! b-boys, comunità di matti, nessuno scende a patti, qualcuno si muove a scatti.
Fatti estratti dalla vita l'hip-hop mette su battuta a tutti l'esistenza muta senza averne ricevuta.
Contratti discografici atomici, vuol portare ai tropici gli artefici i fonici e i complici,
vive di spiccioli, cavalli bassi e riccioli, tiene contenti i piccoli,
come gli scoiattoli i noccioli.
Suscita e kozioni spolvera campioni, ridà gloria ai funkettoni con le sue produzioni,
unisce stati e nazioni attraverso canzoni, come in un sol colpo L'Egitt lu Top, lu Sapp e lu Tony

Rit 2x Dimmi di cosa parli, spiegalo quando canti.
(L'Amish d'Abbash con Tony Fine e Sapp'Siane)
Ditemi siete in tanti? Fatemi se si sente ( si sente sè, sè, sè,!)

Manifesto — Pooglia Tribe

Inserito da keepitterron

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook