13k+ testi hip hop italiani.

Quatt'e 'na Lira
Pooglia Tribe

♥ 1073

Rit Sud sud, ah dì Tecasù, ah sud sud, ah dì Tecasù ah sud dì Tecasù

Santecà: Do quel che so, tendimi l'orecchio,
R Santorò vorrà sentire spesso ciò che dico adesso asso, che porto al vento non mi sposto,
costi ogni costo, la linea segue il corso. Restiamo, se non ci piace didividiamoci,
ma tuffiamoci con l'anima a far male in questo mare, e se, verrai dopo di me,
ti sentirai mancare il doppio, ti dico stop, vieni con me.
Mastro del maestro sono sinistro come l'estro io cammino non calpesto,
adesso mi destreggio in questo circo, finto o fiammingo, ti tengo sempre in pugno,
critico dei critici, supporter dei pugliesi, gli antenati sono gli Apulici, Pooglia Tribe Style,
lascia che ti guidi fra gli indigeni del luogo, residenti stretti sparsi in questi caldi campi!

Rit Sud sud, ah dì Tecasù, ah sud sud, ah dì Tecasù ah sud dì Tecasù

Tecà: Il loco è il luogo dove sto, lo porto addosso dentro (eh?) nell'accento loco intendo.
Transumanza, una razza nuova avanza, danza, quattro cafoni e la conta a chi canta
ohh se l'avessi se lo avessi il l'intento il consenso, di un tempo spuntato e mezzo.

Toorbo Yamabushi: Maestro, sinistro, tu senti i terroni cafoni e capiscimi,
vi fanno perdere sul serio il cazzeggio!!
Maestro, sinistro, è triste per i rapper teppisti nelle jam piene di un bel niente.!
Q-Tiz strappa bandiere e canta nella scena, risorge quando va gridando con la banda,
quando la scena sbanda in panne, quando? quest'anno e l'anno prossimo se pioverà e ci converrà!
con le mani sporche di terra, mangiando pane fave e mosto, acqua e sale coi compari:
che te ne pare? Non sembra ma vale molto! U Schruiel a Rieul è onorevole: cos'è? Chess jè!,
e si vede.

Rit Sud sud, ah dì Tecasù, ah sud sud, ah dì Tecasù ah sud dì Tecasù

Tecà: ahh, se tu potessi averla 'sta palla di pelle
Torto: guarda com'è bella quando rimbalza dopo che la sbatti per terra, tu e io?
Tecà: io e tu?
Torto e Tecà: Saremo in due
Santecà: Date di qua, date di la, ma desso entra E.R. Santorò con i ragazzi.
Tecà: Tecà, folin folin folin folà
Torto: OG, mo vienimi a prendere da dove sto
Santecà: Che fai minacci Mannaggia! Come l'acqua t'annaffio,
come la carta bagnata ti strappi, Tecà guardami le spalle.
Tecà: mi dispiace se non credi noi siam tanti (Eh-Oh)
mi dispiace se non credi noi siam tanti (Eh-Oh)
Toorbo Yamabushi: Toorbo Yamabù boogie boogie boo!
Tutti: Riccà, Gaetà, Richard, uè Pà, ue Pà, uè Pà ...

Rit Sud sud, ah dì Tecasù, ah sud sud, ah dì Tecasù ah sud dì Tecasù ...!

Quatt'e 'na Lira — Pooglia Tribe

Inserito da keepitterron

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook