13k+ testi hip hop italiani.

Anche se ti lascio
Pula+

♥ 1948

Quando stavo maluccio, me ne stavo al calduccio
con la porta chiusa a chiave a immaginare Woodstock,
la chitarra di Jimmy e poi la gente nel fango
ma adesso tu non sentirmi, che quasi quasi piango.
Quando stavo un po' meglio ero comunque sveglio, non mi fidavo e non mi hai mai sentito dire ''che bello'',
perchè poi la mattina era peggio di prima e il pomeriggio, cazzo, là fuori cazzo è tutto grigio.
E la sera, prega perchè il sogno si avvera.
''Andrò anch'io a fare un giro col cornetto alla crema'' mi piace dai, ahaha, quanto mi piace.
Io rido solo da solo con gli altri non sono capace.
Vuoi una carezza? Dolcezza, il cuore mi si spezza
ma per me l'amore non è mai sinonimo di ebrezza, quindi, ti sto chiedendo gentilmente di andar via
ma guarderò i tuoi passi e conserverò la scia.

RIT x2:
Io sto lasciando le persone
E quest'amore non può che essere dolore
(Non senti più il calore) ma se mi ascolterai anche se ti lascio,
Ti arriverà una voce a dirti quello che faccio.

E questa è un altra storia triste, come altre Dio ne ha viste sempre se Dio esiste
Io a malapena so se esiste l'orologio, capisco se è notte dalle inchiodate all'incrocio.
Io quand'ero solo, ovvero sempre, chiudevo le tende
Immaginavo le spiagge, la gente e i ragazzini con la luna e i loro primi limoni
Io mi esercitavo sulla mano con la lingua di fuori.
Ma affogando nel male è come andare in fondo al mare,
Ho visto qualcosa che si muove, non puoi capire l'emozione.
E non potertelo spiegare per me è atroce,
Come una faccia che urla dal dolore ma non senti la voce...
E i miei sogni mi hanno già rubato troppo tempo,
Ora i miei giorni e i miei caffè mi chiedono di stare attento quindi,
Ti sto chiedendo gentilmente di andar via
ma guarderò i tuoi passi e conserverò la scia.

RIT x4

Anche se ti lascio — Pula+
inserito da SnaKe

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook