13k+ testi hip hop italiani.

Intro
Rajah

♥ 591


(Rajah)La chiamavano civiltà del silenzio,civiltà,civiltà del silenzio...Dissento ora fomento lirica intifada,cronaca di un'etica rivendicata,la testa di chi la calpesta resti impiccata,quest'è giustizia di piazza riapplicata,se non riempio di teste i concerti come Vasco,so riempire testi di concetti che valgono,boia pro-forma,sindrome di Stoccolma,acconsenti la violenti sempre che dorma,c'è un imperativo: che nessuno s'accorga,per chi l'ha deciso ogni accordo è carta morta,alla porta del palazzo di vetro dietro ogni diritto di fatto c'è quello di veto,quale,quanta rappresentanza?in 5 decidono per 170,se erano i '70 pugni chiusi e P38,oggi pugni in tasca come quelli di Bellocchio,a una classe arrivista e in bilico preferisco un terrorista politico,limito principi che citi attonito,parla libero,ma non tollero tutto è un monito,va da sè che ho perso la voglia di fare il comico,se a 23 già lo so che mi date il vomito,no non mi spiace per la Fallaci taci,luoghi comuni li ho dati alle braci,ne ho pieni i coglioni dei suoni delle loro voci,figlio delle mezzelune come delle croci,come i Dead Prez grido let's get free,frutti migliori resi marci in carce-ri,dove studia Mumia,fuori puoi raccoglierli dagli alberi,se sono quelli di Billie Holiday,fuori la voce no,c'è chi ci vuole senza,chi ai 30 ci pensa nell'adolescenza,è dai vostri schienali che sfilo spine dorsali,col tuo stile di rime colmo fosse di ossari,'sta roba nei mixtape di norma non si sente?Rajah a.k.a. in forma indipendente!

Intro — Rajah
inserito da bruciato1

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook