13k+ testi hip hop italiani.

Parlo Al Silenzio
Rayden ft. Fatfatcorfunk

♥ 2159

(Rayden)
Scrivo versi, sono mondi sommersi
nei miei testi non ti ci ritrovi, ti ci perdi
ho nervi saldi logico, la mente aperta se
ci vivessi dentro sarei agorafobico
stato ipnotico mi eclisso sono
prolisso, quando parlo parlo da solo
fisso il vuoto di questa dimensione
ci trovo, più risposte che dentro certe persone
sovente ho un’attitudine alla solitudine
ma la soffro solo se sono in mezzo alla gente
ha ragione Laura diverso dalla massa
Marco se n’è andato e non ritorna
ho cambiato forma la mia voce lo testimonia
toni da confessioni non è vergogna
ho trovato collocazione fuori dai piani
ho tarpato le ali al mio angelo custode
mi rode sapete, che nel mio, nel mio Rap
tanto ci leggete quello che volete è
arte pura in edifici concettuali, stai
fuori se non hai chiavi di lettura.

RIT.
Parlo al silenzio
Finchè non mi risponde
Calmo, tendo
Le mani all’orizzonte (x2)

(Fatfatcorfunk)
Che si fotta il tuo applombe qui il cazzo gira più dei rhom
con le street-song fotografiam crudezze come Toscani per
Benetton, ding-dong
mi suonavano i fra’ ma io non li cagavo
perché per me il calcio era roba da bimbi come i carionnes
io come un Don
avevo il mio altare che era il rimare ciò che ero che son
niente bon-ton mi pompavo Raekwon
e stavo ai miei coetanei come Al Pacino ad Alain Delon
come Scarface al Gattopardo
se parlo tu ciucci
mi erodo tra i blocchi con occhi da falchi ma non Ricucci
tra crucci da solitario estremo
dopo che ho visto troppe barre con più fiori che a San Remo
freno sogni e nelle mani mettimi cash-money
perché mi mami un domani
voglio abbracciarla mentre s’indossa capi Fendi, Gucci e Armani
gli altri sono giorni vani
qui c’è la merda grezza se cerchi bellezza torna da Mirigliani
attore! Chiamami Orlando per il mio flow “magico”
Utah perché ho poesia “Jazz”
Miami perché le mie barre non le pompi te finchè
le pompa il “Cuore”
qui è l’NBA tu NCAA a.k.a. serie minore.

RIT.

(Fatfatcorfunk)
Se rispetti me rispetti il reale
se il clima è autunnale cade il fogliame
e i rami si uniscono a creare la scritta “viver maiale”
papale papale te e quella tua merda irreale
la facciam più nera della pioggia solare
saltare strade è il mio compito pure senza neve al suolo
è liquida l’ipocrisia perciò figliolo
sei acqua più di un ghiacciolo
scrivo da solo sfanculando ciò che ho attorno
è mezzanotte ma ho “Bestie nel cuore”
più della Mezzogiorno.
(Rayden)
Naufrago, nei viaggi di una vita
la via della rettitudine è smarrita
il disagio mi guida, l’inettitudine
la sfoga nella mina di una matita, cronista di
egotrip il capo si china, ricomincio
da capo, è così ogni mattina, sono fiero
fiero dei miei drammi, di non avere nulla
con cui misurarmi se non col mio pensiero.

RIT.

Parlo Al Silenzio — Rayden ft. Fatfatcorfunk
inserito da IntROmc

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook