13k+ testi hip hop italiani.

V.D.V.D. (Voce Del Verbo Distruggere)
REMI

♥ 740

Volevo farti mia, ora sei di un altro,
ora vado via, alle sei parto.
Niente democrazia, solo dittatura,
solo come un cane con la fame in questa città scura.
In testa un buco, ora dormi e sogna,
mi manca quel buco quando la voglia torna.
Attorno troppi scarti, non ti scorderai di me,
non solo per il rap, essendo stato il primo ad esplorarti.
Prometto di non chiamarti mai più puttana,
se vuoi ti chiamo al cell, quando il mio uccello chiama.
Lo so, forse sono più che un animale,
dovrei stare in uno zoo più di poche settimane.
Faceva su, la prima volta che l'ho vista,
mi sono avvicinato, è stato amore a prima vista.
Avevo dei progetti, forse grosse speranze,
non dirmi che prometti, io conosco le baldracche.
Resta solo qui insieme al tuo segreto,
tu non sei Aladdin ed io non sono il tuo tappeto.
Ripeto, io non sono quello che pensavi tu,
e se prima tu mi odiavi ora odiami di più.

Prima c'è la pioggia, poi si forma il vento,
tu sei l'uragano che distrugge ogni momento.
Tu sei come un fulmine, e io sono sotto un albero,
io sono sotto te, ho la testa contro un angolo.
Tu sei una spilla che infilza la mia carne,
la dolce metà che colpisce alle mie spalle.
Prima c'è la pioggia, poi si forma il vento,
tu sei l'uragano che distrugge ogni momento.

V.D.V.D. (Voce Del Verbo Distruggere) — REMI

Inserito da Manuel Fortini

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook