13k+ testi hip hop italiani.

E ALTRE MADRI PIANGON DIETRO LE FINESTRE
RUBO ft. FatFatCorfunk

♥ 1174

Intro: ...Ascolta la realtà coglione, Rubo,
fatfat aka the goldenchild frustrated baby...


Mentre i fratelli sulle panche fuman blunts sfoggiando nuove Nike Dunk/
io dimagrisco su diari gonfi come Reebok Pump/
mentre il crunk scuote culi a finte vamp tra sangue a terra dove/ manca sangue blu come Patrizia de Blanck breaks funk e samples soul/
fan da cornici sulle cui tele espiro come narici le mie radici e’ in bici/
che dai grigi giorni/ me ne fuggivo e a scuola ero schivo come un prete verso un preservativo/ univo incubi ad incubi/ vedendo mia madre lottar
sognavo il mar/ mentre sgobbavo al bar sui pavimenti col mocho/
con cazzi peggio di un frocio ero un eterno secondo/ ma non c’entrava l’orologio Sant’Ambrogio proteggeva Milano come/ l’arte della scrittura e ‘sta cultura tra i palazzi di cintura il mio cranio e in bagno/
mi allenavo rimando allo specchio e le urla in strada erano il mio ottorino/ perche’ mi facevan l’orecchio Arlecchino era la mia maschera i giorni di Carnevale pero’/ nel reale ero triste come Pierrot raw/ crudo che impanica come un cerino accanto a una tanica/ in preda a piu’ rimorsi di Placanica

Rit.(X 2):

Le rose si fan crisantemi/
e la poesia drammatica non abbandona i propri allievi/
sulle strade periferiche le realta’ son queste e altre madri piangon
dietro le finestre

Rosario in tasca e in testa occhiali da sole D&G tarocchi nei blocchi
le strade son ferite percio’ neve a fiocchi le copre/
come cerotti tra corrotti poliziotti e pompini fin da
bambini do il melodramma come Puccini cretini ci son si’/
vagoni di speranze ma per trainarli manca la ”Locomotiva” come Guccini/
fin da piccini qui/ san di coca lame ferri e biz/
e’ una realta’ travolta piu’ di Jhon in “Grease” fake m.c.’s please tu rimi/ dalla tua villetta baby/ io da un incrocio “The corner” come Common e Kanye/
in terreni in cui pianto semi mentre mi cresce l’odio come vedove/
di guerriglieri ceceni/ vieni/ che ti do i supremi disegni di ‘ste strade
in pena/ un giorno amici l’altro sotto il fuoco amico come la Sgrena/
a cena l’atmosfera e’ troia altroche’ nido/ al mic son come Munch perche’ mi resta solo “Il grido”

Rit.(X 2):

Le rose si fan crisantemi/
e la poesia drammatica non abbandona i propri allievi/
sulle strade periferiche le realta’ son queste e altre madri piangon
dietro le finestre

I giorni di lutto mi han distrutto/ ma i giorni di vita fossero acqua/
mi lascerebbero asciutto di brutto/ ora sputo realta’ grasse come strutto
del resto/ fanculo a tutto prima/ su una panca a far brutto ora/ do avvisi “Warning” come Biggie se al mic butto piu’ opere del Nabucco
mi spremo/ ma son troppo solido per andare al succo/
succhio immagini di drammi e poi le svelo/ guerriero del marciapiede anziche’ della luce come Cohelo/ vie rette e profumi di/
violette per la vergine ma a tette e berette sono costrette per
emergere/ il resto e’ fiato sprecato il sangue non e’ Tomato/
tra preghiera e suicidio cerco mani come un mutilato

Rit.(X 2)

E ALTRE MADRI PIANGON DIETRO LE FINESTRE — RUBO ft. FatFatCorfunk
inserito da Anonimo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook