13k+ testi hip hop italiani.

Nulla
Saint

♥ 16394

Mi si annebbia la vista
quando esco dal tuo mondo,
nella mano una mista
ma nel nulla mi annoio,
nella mano sinistra
cola il sangue di giorno,
vorrei spararti a vista
ma in tasca ti lascerò il conto,
ogni giorno apro gli occhi
non ringrazio nessuno,
vedo chi mi sta accanto
il resto anche affanculo,
e non posso più perdere tempo
lascio che lo fanno gli altri,
vorrei superare l’inferno
ma quando strilli ti vedo a scatti,
cerco di spogliarti dalla testa ai piedi,
spero di sognarti dopo che mi preghi,
sotto tu a afferrarti e darti ciò che chiedi,
farmi mille porte altro che grattacieli, (ah)
è la mia vita che è strana non ti do colpa,
tra calci in pancia una trancia di premi oscar
non ho colpa di nulla
solo di essere nato,
cresciuto in una culla
ma di cemento armato,
starò seduto aspettando prima che arrivi,
il mondo è cattivo tiro fuori tutti gli incisivi.

Vedrò il tempo che passa
resto a chiedere nulla,
il tuo rossetto mi lascia
la tua voce mi culla,
tutto il male che passa
resterò a bocca asciutta,
soltanto tu mi disseti oltre la musica nulla,
oltre la musica nulla,
oltre la musica nulla,
soltanto tu mi disseti oltre la musica nulla.

Sono avvolto tra il nulla
tra conti di filigrane,
questa strada è una giungla
io vago per savane,
tutti quanti mi guardano
e si fanno idee strane,
io che ti darei la vita
più che mille collane,
io ho bisogno di stare
dietro una copertina,
questa vita è una troia
ti ingoia in anteprima,
solo questo mi basta
sputare merda in rima,
ghiaccio tra squarci di vita squarci tra le facce in fila,
ed ogni volta mi sento perso, passerà,
ogni giorno che cerco un appiglio
io vedo la gente che poi sparirà, (mh)
chi ti-ti fisso nel tuo nascondiglio
il male che ho dentro poi esploderà,
fatto coi resti del mio destino
restami vicino ed il male cadrà,
io ho sempre dato tutto
lascio alle spalle il resto,
tornare a casa senza idee
e soltanto fatto perso,
baby si è fatto presto
forse è l’ora di andare ma quì ci divide un mare,
di speranza e realtà.

Vedrò il tempo che passa
resto a chiedere nulla,
il tuo rossetto mi lascia
la tua voce mi culla,
tutto il male che passa
resterò a bocca asciutta,
soltanto tu mi disseti oltre la musica nulla.
Vedrò il tempo che passa
resto a chiedere nulla,
il tuo rossetto mi lascia
la tua voce mi culla,
sento il male che passa
resterò a bocca asciutta,
soltanto tu mi disseti oltre la musica nulla,
oltre la musica nulla,
oltre la musica nulla,
soltanto tu mi disseti oltre la musica nulla.

Nulla — Saint

Inserito da Gabriele Mastrobattista

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook