13k+ testi hip hop italiani.

Sul Serio?
Salmo

♥ 6940

Non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che...

Come proporsi nel modo più scontato, se c'è stato un buon intento la risposta è impossibile. L'ingegnarsi, indignarsi qua varia, continua e lecca il culo a chi il culo l'ha messo all'aria. Non ho bisogno di un vocabolario per seguirti, parlami chiaro se sai che posso offrirti. Hai la cravatta, il conto in banca e l'etichetta, sorriso del cazzo e vuoi giocare sul mio suono? Aspetta, c'è un disperato bisogno che tu impari a capire un po' la musica, ignorante in materia, una scarna batteria m'accompagna e c'è, c'è chi fischia come gesso sulla mia lavagna; e da fastidio nonostante tu sia costante nello studio e passi ore sul rullante, punta di piedi come Carla Frac-cinque minuti so che verrai tu a buttarmi giù, non se ne parla. Ho ingoiato piombo e il beat a calamita, cinque dita sulla faccia se ancora non l'hai capita. Ho ancora fiato per togliertelo e qua c'è Salmo, segnatevelo. Se il mio CD suona marcio me lo uccidi, attento, ascolta bene che ho calore più di etti di chili. Ci liberiamo da 'sti pazzi, pagliacci o meglio pseudo-punk a bestia col flow vestiti a stracci.

E non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che...

Parlami di te, della tua vita, tu chi sei? Ripetute call di lei, ma mi arriva in differita. Le do del Lei, sua maestà dell'avarizia va e sevizia quelle checche, falle entrare in hit parade. Ho visto abbastanza da capirne sempre meno, puoi congetturare quanto vuoi, rimani osceno. Tra me e te proprio nebbia fitta, silenzio nella stanza con rumori su in soffitta. Mondo oscuro con lo stacco in overline, la tua vita è in copertina ma chi te lo fa il design? Profumate Calvin Klein, ribelli come Cobain, duri troppo come il singolo (titolo canzone). Insieme a Vasco sul divano con Rewind, gradi Farenight, CD caldi nell'hi-fi (fyah). La tua faccia a schiaffi accesa come fuochi estivi, e non ci senti e non ci vedi come Wonder Stevie. Effeminati cantautori gettonati, parere alla tua musica: scoreggi amplificati. Sono giudizi scontati? Si e ti basti, piove merda e tu sei l'uomo della pioggia come Dustin. E non m'incastri coi tuoi spiccioli, spacci garanzie a loffie, forfait, noi restiamo vigili. Evitandoci lasci cicatrici, rimaniamo dentro il fango ma con forze motrici.

E non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che... non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che... non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che non ti prendo sul serio se non per rubarti lo stereo, siete gente che non ne capisce un cazzo di musica e so che...

Sul Serio? — Salmo

Inserito da Tommaso Belperio

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook