13k+ testi hip hop italiani.

A gonfie vele
Sandro Sù & Dj Color

♥ 997

Presto che la vita è un moccico, come dicono giù al bar,
serve pure buona mira, Kareem Abdul Jabbar.
Paris Dakar Perché parlo nel deserto mentre guardo con sospetto ogni finestra di questa città,
Alì Babà e i 40 ladri ho già votato e “n’atra vota vù sapè come mi chiamo, vero commissario?”
Es mi barrio perciò mi barrico, il mondo fuori e una merda io perciò mi immagino.
Amore va, amore viene e quando te ne vai per sempre amore prende senza chiedere che tanto poi m’arrangio,
anche mentendo come un cane, io non punto a farmi santo,
con l’idea stronza di volere spiegarvi tutto e steccarmi l’ultimo parlando in pubblico,
gli amici come i soldi maledetti e subito e i soldi come me, sporco e stupido.
RIT. Sta vita è fantastica X4
Uragano calmo distrugge e non fa rumore,
poi ti sembra tutto uguale, domani c’è ancora il sole,
ridisegno il mondo e stavolta senza persone, chi ti insegna a fare scale ti molla e va in ascensore.
Mò che tutti sanno tutto, il cervello si fa cuore, il fegato si fa fuori, ogni stronzo è cantautore.
Io sto qui che cambio umore e sogno che cambio vita ma cambio solo padrone, ancora le stesse cose.
Stelle e pianeti stanno sempre al loro posto, vedi, come se niente fosse, come chi gira a piedi,
che se tamponi guarda e passa, cosa vuoi che glie ne freghi,
io perso fra i discorsi seri fatti a posta per non credermi,
ma casa mia è davvero vuota e il condominio vanta crediti,
panta rei ma è lo sciacquone di un aereo reggiti,
io me ne andrei ma non senza un cartello seguimi.
RIT.

A gonfie vele — Sandro Sù & Dj Color

Inserito da Sandro Summa

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook