13k+ testi hip hop italiani.

Lei odia le trilogie (Parte 1 di 3)
Sandro Sù & Dj Color ft. NickBeat

♥ 400

Semiautomatico,
nel seminato suono acido, futuribile sono Asimov, è un inutile shampoo all’asino.
Parlo da solo, è meglio così se ci penso, scrivo col marker, nero, denso, messo da parte mi avete già perso.
Ford Escort e voti escort e paghi escort, ciao esco!
Famiglia cristiana a puntate Bradford, la sera tutti a puttane chiedono un prestito e l’eschimo?
Comunista! La musica? Comunista E la realtà? Comunista!
E i numeri Istat, al pub una pinta e una pista.
I saldi di fine stagione e la mischia,
riascolta tre volte bene, non dico una minchia, onesto, ci metto la firma.
Gonfio come Elvis ballo il boogaloo electric, se ti piace aguzza i sensi, è chiaro pure senza esempi.
RIT. Anche se non lo vedi
puoi trovarci un senso,
anche se non lo seti puoi trovarci un senso,
anche se non lo afferri puoi trovarci un senso,
che poi se me lo perdo al limite me lo invento. X2

Come funziona l’inverno qui? Educazione Siberiana.
Come funziona il lavoro lì? Che tra una settimana a casa,
e quei soldi nel cassetto per pagare un’altra tassa stanno chiusi assieme a un sogno e stai aspettando che ti passa.
Tutto esplode tu guardi il trono,
tutto esplode tu resti prono,
tutto esplode e registri un promo,
tutto esplode ci vediamo dopo!
Io dormo poco e ho un occhio aperto,
scrivo di getto, dico dissenso, scrivo d’argento e il treno è fermo, t’aspetto.
Fuori fa freddo, pagami il testo per quel che vale o mangiami in testa, tolgo il cappello,
pezzo di merda io non mi vendo.
E’ troppo facile,
la mia immagine,
quante pagine? Non hai idea.
E’ troppo facile,
la mia immagine,
quante pagine? Non hai idea.
RIT.X2
(NickBeat) Penso che dal secondo perdo il senso sul fondo
ed è un pezzo che il senso è che non ritorno e sto mondo vive intorno a noi,
non come un ricordo che sta dentro e poi ovvio che non t’ascolto, tu parli io non ti sento.
Vestiti, vai, di getto, dai che dal parapetto il mondo è piccolo sul fondo
non guardarlo, stai attento.
Voglio parlare di ogni aspetto col disprezzo perfetto come vuole lo stronzo perfetto che sei adesso.
Ho le palle piene di voi merdine,
la faccia a rovescio rifatta alla fine,
fine non posso ascoltare, ora non farmi iniziare.
L’inizio del male è respirar paura,
la paura puoi vederla in ogni rasatura,
il gioco del predatore è non stare in radura,
o mangiati i morti senza rancore, lascia la mancia e datti ragione.

Lei odia le trilogie (Parte 1 di 3) — Sandro Sù & Dj Color ft. NickBeat

Inserito da Sandro Summa

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook