13k+ testi hip hop italiani.

Lucetenebre
Shezan Il Ragio

♥ 1168

L’essere umano di fronte alle sue scelte si perde facili per niente,
In molte il destino è presente seguono sequenze mutano sofferenze,
il trucco è in ogni sviluppo che emerge e poi diverge
piglio la mia decisione battuta in biscrome soffio al cuore
siamo sul ciglio di un burrone
mi rincresce c’è chi entra e c’è chi esce non sei ne carne ne pesce
mi fa specie uno che non cresce
ne luce ne tenebre ne fuoco ne cenere
in qualcosa devi credere o pregare per rinascere
iniquo la vita è piatta e tu ci flippi obliquo
pensieri che concludo tabaccando un macanudo
chi non fa scelte sarà per sempre assente solo tra la gente
in uno stato di calma apparente….eeeh bem!!
L’impatto è cattivo come un tenente
Affronta le tue paure non hai unkaz da temere
Le parole sono prole coltivale
Soffrire da morire o scoppiare di passione impossibile
Fai ciò che credi, credi in ciò che fai
Spremi i frutti che otterrai dai semi che pianterai
Dal tramonto all’alba guarda che chi rimanda sfalda chi ritarda chi azzarda
Inquadra la tua strada focalizza il tuo obbiettivo non sei ebete cervello in etere sei ancora vivo
LUCETENEBRE O FUOCOECENERE NON TI STO INSEGNANDO A VIVERE
La vita non è un servizio di sport sul golf
Non sei Mr Wolf non hai le palle di George e Vera
Che alla luce di una candela si raccoglie e alza la sua preghiera
Gronda gonfia di speranza e pazienza che non si è mai spenta
Conseguenza di un’esistenza non violenta
Più precisamente chi rasenta un espediente è lo sconfitto uscente da perdente
Volente o nolente vince chi porge l’altra guancia o chi ti sgancia meccanico come l’arancia automatico psicologicamente possiamo parlarne
Saranno i buoni a prenderle finchè solo i cattivi sapranno darle
Ogni volta che passi a meglio è un addio
Preferisci idroponica transgenica o bio
Logico escogito un prologo dall’esito insolito a proposito
Chi subisce ingoia la noia è il tuo boia esci dal tuo ossesso il tuo più grande nemico, è la copia sputata di te stesso te medesimo un riflesso per allodole
Remore per frottole pure scure per congetture
La linea di confine è sempre più sottile fine bene o male
Non c’è odio senza amore non c’è amore senza odio
Sei un angelo o un demonio o scegli o schiodi sei al fruttosio
Brillo o sobrio questione di amor proprio
Vuoi ridurti un obbrobrio ma sei solo un fuoco fatuo
Stai svalvolando uomo mi fai ridere hai davvero pensato che potessi insegnarti a vivere
LUCETENEBRE O FUOCOECENERE NON TI STO INSEGNANDO A VIVERE
Con quale presunzione quale motivazione
Fa parte della tua epidermide trame da tessere per essere fetrile
Sogni a colori tatto e odori conscio del tuo subconscio collezioni decisioni
Da quando camminavi a quattro gattoni con i pannoloni come proiezioni di frustrazioni brutti ricordi dissapori che si trasformano in rime pezzi di canzoni
Perché ci aiuti sordi alle tue richieste rispondiamo muti sei tra adulti cresciuti tranquilli sconosciuti
Di più sull’argomento nulla da aggiungere in riguardo
Se non che ogni tanto faccio ancora lo sbarbo
Lirico casquè fuori da ogni clichè
Rovente flambè stiloso ed elegante come un coupè
Ciò che vedi è ciò che prendi e cio che ascolti non è assolutamente ciò che vendi….parola.

Lucetenebre — Shezan Il Ragio
inserito da Fondamentals

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook