13k+ testi hip hop italiani.

Scheletri Nell'Armadio
Shezan Il Ragio ft. Claver Gold

♥ 2632


(...siamo il frutto degli schemi che abbiamo passato...Shezan Il Ragio,Claver Gold,Gardens Abitudineri!...)

(Shezan)Quei maledetti scheletri verdi ottanio chiusi nell'armadio su in solaio si fanno un solitario sbarcano il lunario cucendomi il sudario,sussurrandomi molestie con fare temerario,scherzetti dolcetti chili di ghiande al porcilaio,reclamano il ludibrio aperti ad estuario,ricettario dati con la taglia al cucchiaio tartufaio col vivaio in teschi in agguato nel lampadario,una folla di mucchietti di ossa scava la fossa e danza Nightmare Before Christmas,c'han la fissa di farmi la buccia la forca tendermi un'imboscata è la ciliegina sulla torta,così mi butto nel mucchio li sbuccio lo spocchio,che scretcho come un sample che schiaccio con un tocco,li lascio col guscio allo sfascio ho tirato un gran liscio mi cago di striscio ligio di passo di ufficio!

-rit.(Claver Gold & Shezan x2) Sono arrivati per restare come fare come,senti vibrare l'aria e l'odio di certe persone! Che si trascinano come zombies,allucinano come fonzies,ossa neanche corpi! L'oberta alletta il freddo delle notti proprio come,lo spettro del ricordo esalta la mia confusione! Loro le vittime e noi i carnefici escon scheletri dal mio armadio!

(Claver Gold)Sono tornati per cercarmi iniziano a chiamarmi quando la luce cala in sala lotto coi fantasmi,scheletri in carni spasmi trasmi-ssioni di sogni in abissi scomparsi e tanti nomi,con troppi visi facce e crisi vecchi amici sono,scomparsi ne ho perso le tracce ma ne avverto il suono,non scordo le radici calici felici freestyle outdoor 1000 metriche motrici hardcore,matrici hi-tech samurai black mamba la mia banda fin dai tempi del 9e50,collauda spray pompa merda su un akai da galassie parallele per non somigliarvi mai,dimmi adesso come stai la sezione si scompone,azione reazione l'ultima tentazione,l'inversione è polare con pioggia e freddo globale,curando le ferite con impacchi di limone e sale!

-rit.(x2)

(Shezan)Spendo amore fraterno non sfregio per scherno,urgeva un bel terno firmo ci metto del nervo,di sbircio di sbercio mi dico che è congruo decimato ogni lercio a sbollire a tergo,con tutti gli angioletti che fan fiotti di botti coi fiocchi,fitti grossi come ceppi in combustione lenti respinti risorti torno ai miei racconti in fin dei conti ponti tra il regno dei vivi e quello dei morti!

(Claver Gold)Come corpi appesi dondoliamo sul filo con lo sgamo da chilo ne tracciamo il profilo,gelidi sul collo teschi nel midollo tengono sotto controllo le mie notti ma non mollo,pare che la luna stia calando che la notte scenda a tempo col mio karma e rallentando mi condanno non mi assolvo mi sconvolgo e poi rimando,mentre cado nell'abisso più profondo rimbombando!

-rit.(x2)

Scheletri Nell'Armadio — Shezan Il Ragio ft. Claver Gold
inserito da RebelKire

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook