13k+ testi hip hop italiani.

A miccia corta
Signor K.

♥ 2773

Ricorda
tieni aperta quella porta
il sogno che alimenta la tua scelta a miccia corta
ricorda
tieni aperta quella porta
l'attesa ti consuma ma quel sogno ti conforta
Ricorda
tieni aperta quella porta
il sogno che alimenta la tua scelta a miccia corta
ricorda
tieni aperta quella porta
l'attesa ti consuma ma quel sogno ti conforta.

Una lettera è il solo modo per parlarti,
per darti
coraggio e sollevarti,
cammina a testa alta tra gli sguardi e non voltarti,
non possono cambiarti,
ricorda:
la tua idea ti distingue dai codardi,
là dentro
pareti si divorano il tuo tempo
qua fuori
è solo un altro giorno e non lo annoto tra i migliori,
non passa
la sensazione di essere comparsa,
maledico un'altra volta questa farsa
ma ricorda:
ciò che importa
è quello che contorce le budella ed ogni tanto ci conforta,
tieni aperta quella porta,
la speranza e la sua forza
sono quel segmento chiuso in quella linea storta,
sopporta,
la tua gente ti supporta, sopporta a sua volta,
coltiva il proprio sogno di rivolta in questa terra incolta,
combatte per lealtà nella città che non ascolta,
a miccia corta,
un'esistenza che risponde a scelte di coscienza,
è la mia scienza, è conoscenza, fonda la mia quinta essenza,
quotidiana Resistenza:
un concetto molto chiaro nella mia esperienza.

Ricorda
tieni aperta quella porta
il sogno che alimenta la tua scelta a miccia corta
ricorda
tieni aperta quella porta
l'attesa ti consuma ma quel sogno ti conforta
Ricorda
tieni aperta quella porta
il sogno che alimenta la tua scelta a miccia corta
ricorda
tieni aperta quella porta
l'attesa ti consuma ma quel sogno ti conforta.

La luce a scacchi si distende sopra il suolo,
conferma che sei solo, che sei solamente un ruolo,
sei un numero,
un corpo in una gabbia, la rabbia chiusa in cella,
un angelo che spera, una preghiera alla tua stella,
maledetto
chi ha insinuato in noi il sospetto,
maledetto
quel destino che ci chiama al suo cospetto,
maledetta l'attitudine, la voglia e l'inquietudine, la gioia sovversiva di turbare il loro ordine,
una rondine
annuncia una stagione,
caldo in previsione,
ma è l'afa soffocante la routine della prigione, la ragione è circondata dalle sbarre,
siamo ancora in piedi ma ci sparano alle spalle,
tu
sei libero se scegli,
sei libero se sbagli,
rispondi picche a chi ti invita a far bagagli, abbagli nella nostra testa sono tutto ciò che resta, se la società impazzita affonda in mezzo alla tempesta,
detesta
chi predica e indottrina,
chi parla e non combina,
tutta la mia stima va per l'uomo che combina
tu
ricorda ogni mattina:
il sole sorge ancora aldilà della cortina.

Ricorda
tieni aperta quella porta
il sogno che alimenta la tua scelta a miccia corta
ricorda
tieni aperta quella porta
l'attesa ti consuma ma quel sogno ti conforta
Ricorda
tieni aperta quella porta
il sogno che alimenta la tua scelta a miccia corta
ricorda
tieni aperta quella porta
l'attesa ti consuma ma quel sogno ti conforta.

A miccia corta — Signor K.
inserito da jackanapes

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook