13k+ testi hip hop italiani.

Veterani
Simon P ft. Crine J, Muggio

♥ 537

[SIMON P]
Passo un'altro giorno a rota e me la faccio a secco
leggo il mio futuro nella bile dentro al secchio
famose a capire secco al giro ci sto da parecchio
veterano, stringimi la mano dimme "bella vecchio!"
nello specchio come Gray, bello fuori marcio dentro
marcio insieme ai cazzi miei sul tempo e lo sventro
ti do voce se mi presti orecchio
uno spettro mi sussurra le parole e poi le recco
e stecco pare con il mio compare Muggietto
mi appare tutto male e come tale l'accetto
scarto oro, metto argento al collo
ogni stronza che mi accollo sa che sono libero fino al midollo
e fino a che non crollo mi occorre essere svelto
io corro più veloce dello sbirro che stendo
aspetto questo giorno Dio, tanto sono pronto
quando ogni mio eccesso verrà a chiedermi il conto

Rit.
Veterano nella giungla io mi muovo come Rambo
striscio tra le serpi verdi lotto come orango
con le dita traccio segni sulle guance con il fango
Cristo santo, sono pronto per ballare il tango
dall'asfalto scappo cerco pax come Max Dembo
reco un'altra track, faccio Pacman col tempo
sbrano ogni secondo, ogni minuto, ogni momento
e presto sarà il mio, e certo me lo sento

[CRINE J]
Orango tango sopra il tempo sfregio il tempo, scalpello
bello bello prendo la tua donna poi gli vengo dentro
non l'avverto, ti regalo un figlio sveglio, viscerale
vile dentro, incline al male e allo sfracello
stanco di scroccare birre al giro, c'ho troppi buffi in giro
stecca il nome Pino da quel taccuino
young veterano, young Pino in cerca di danaro
tuta camo il piano è alzare soldi senza alzare un dito
Tutankhamon del delirio, sotto a un camion ancora vivo
e live svampo vino, after life vampiro
vali meno de un bocchino, alieno è riduttivo
anni luce avanti pure se te sto vicino zio
Vietcong, mi appizzo sotto un cumulo di morti
mercenario, la mia patria sono un cumulo di soldi
è triste dirlo in giro, è triste il mio destino
se questo è l'obiettivo spingo e pagherò all'arrivo

Rit.

[MUGGIO]
Non ho mai avuto molta cura di me stesso
mi diceva gente brava sei morto, hai perso
Muggietto, coatto all'angoletto sta cambiando
non sbaglio la zona non porta più guadagno
che vitaccia allacciata a un karma che non cambia
brutta infanzia, papà con la coca in pancia
tipaccio anni 70 n'se imbarazza, guarda
minaccia mamma con il ferro in faccia
ero nervoso alle elementari mi chiedevano i maestri cari
se ce so problemi ogni volta scleri, e fai disegni strani,
alzi facili le mani a me non me pesti i piedi i miei so cazzi veri
trasudo veleno, è merda pe davvero
è vero io con la mia faccia non andrò lontano
al massimo al gabbione chiuso dentro la mia mente
protetto, accolto da sedici barre fredde



Veterani — Simon P ft. Crine J, Muggio

Inserito da Manfredi Manfro Falcetta

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook