13k+ testi hip hop italiani.

Aquila bendata
Simon P e Crine J ft. Achille L e Lou Dee

♥ 1855

[CRINE J]
E se il disprezzo della vita nasce
dalla non accettazione di se stesso
è la nona volta che ripeterò a me stesso
di non farmi più male e non disprezzare il gentil sesso
la nona porta che ci guida giù all'inferno, Polansky
toccarti nell'interno, può darsi
due poli attratti su un altro universo distanti
divisi dai giudizi degli altri
il pasto nudo per chi sta a digiuno
guarda spesso gli astri perché nel futuro
la carta da pagare per chi sa volare
ma cammina male nel mezzo del temporale
aquila bendata perde lacrime dalla fasciatura
dalla caratura delle anime
capisco quanto vale chi mi sta accanto
capisci questo mare mi sta affogando, ciao

[LOU DEE] rit.
Non vedi sono stanco
non piango mai
la mia storia è qui
non è un'altro film
qui cosa ci è rimasto?
che tempo hai
non hai soldi ne sogni che comprerai
non è così!

[SIMON P]
Metti in confronto alla mia la tua merda è aspartame
ho dalla mia ladri di rame e donne spartane
questa feccia vorrei trasportare via,
la mia testa la mia faccia trasformare
io non so sfondare ma mi so sfondare
e non so nuotare perchè so affondare
e andare così bene a fondo
che sto mare di merda so bene quanto è profondo
che sto male, di merda come sto mondo
che sprofondo in un sonno lungo un secondo
riapro gli occhi è come avessi dormito un giorno
conto il doppio di decessi e depressi qua attorno
qua attorno a me
non palazzi ma trappole
leggi ste pagine e strappale
tanto ho scritto un'altro testo che come me detesto e disprezzo

rit.

[ACHILLE L]
Quanti non ho visto più? Dire non posso più
non ne posso più (non ne posso più!)
questa vita è così assurda sei solo tu
senza nessuno
anime in una pianura
soldati senza scudo
ripensarci ho iniziato tra i più grandi
tredici anni, dieci grammi
vite cambiate in dieci passi
vedo cambiare tutto in dieci anni
lo sai, quello che immaginavi non coincide
monopoli, vite
ho flash di bambini giocare al cortile
vorrei morire adesso e capì che vuol dire
una vita non basta a capì cos'è vive!
Poi ci scherzi
pensi scherzi? pochi scherzi
lo scherzo dura poco, poi i segni
so che questo è come un gioco, noi persi
giocà a veder andare noi in pezzi!
la polvere si porta via i migliori
più quello che ti mangi, milioni
la bella vita in cui ti immagini è prigione, prigioni
senza prigioni!

rit.

Aquila bendata — Simon P e Crine J ft. Achille L e Lou Dee

Inserito da Manfredi Manfro Falcetta

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook