13k+ testi hip hop italiani.

Da Un Semaforo All'Altro
Supremo 73 ft. Lucci,Pietros,Saga

♥ 1426


(Lucci)Ehi!I piedi vanno ma la testa non li segue,persi in questa strada che,prende strane pieghe e te,cammini sopra al marciapiede,sul muro vedi scritte,di gente che le fa e neanche ci crede,ebbeh?!è quando torni a casa sporco della notte prima,la strada porta i segni di chi ci cammina ma,guardo me stesso rilesso su quella vetrina,guardo la gente lontana ma vicina e chissà,la strada che c'ho sotto i piedi dove porterà(boh!),la gente che c'ho affianco in quale posto andrà(boh!),e non m'importa più di niente,cammino come sempre sulla strada che và dritta come sempre,qua,4 lettere e uno stemma incisi su un tombino,lo stesso che ho sul braccio e che sognavo da bambino,è sulla strada che resto,è sulla strada che cresco,è sulla strada che sto fino al mattino!

(Pietros)See!Esco di casa,canna già accesa,milioni di pensieri in testa,mente confusa,mi fermo ad un semaforo per respirare un attimo,mi guardo attorno ma ormai niente è nitido,sento solo,discorsi fuori dal vero,non capisco che succede,qua,so' sincero,un fascio a un angolo vestito come un nero che,dice ch'è tranquillo,poi,prende a calci uno straniero,faccio un tiro e non ci penso,guardo avanti ma vedo arrivare solo gente controsenso,per questo,comincio a correre,non mi fermo fino a quando non riesco a togliere,questi pensieri che in testa mi risalgono,cerco di evitarli ma mi assalgono,sbatto la mia testa fissa sopra un angolo,non capisco qui che diavolo sta succedendo,sento voci che mi dicono "stai attento"!

(Saga)Sono a casa di Orem,da un paio d'ore,vado,mi preparo e dentro l'ascensore poi pigio il bottone,arrivo giù,apro e chiudo il portone,dopo tutte quelle canne,secco,non so come,ma casa mia non è distante,ma qua ne ho viste tante,oramai nessun passante,a parte qualche auto,qualcuno viaggia cauto,qualcun'altro corre,dal viale della sbarra intravedo la mia torre,cammino sopra al marciapiede,e se qualcuno compra,qualcuno vende,qualcun'altro chiede,cammino nella stessa direzione,di 4 tossici che se stanno a fà 'na pera giù ar Nasone,svolto a destra,lo stradone principale a quest'ora è sempre uguale,sia d'Estate che a Natale,un'occhiata al semaforo,lampeggia ed è gialla,a quest'ora è spento qua,ma in centro che ne sanno,in pedaglia(?) è affidato a uno sciacallo,e da un semaforo all'altro,fratè,dimme tu cosa c'è in ballo!

(Supremo 73)4 passi notturni,la gente sta a casa e pe' strada restano i segni di,passanti,abitanti iurni,la zenna,la monnezza,la merda che acciacchi nei dintorni,sai a chi appartiene se non dormi,dai cocci,dalle marche delle birre,capisci chi è stato a berle,le spade sai già 'ndo trovalle,'e canne i pischelli a falle su quelle panchine,le stesse che domani accoglieranno nonne e nipotine,l'angolo de'na via è spesso un confine,se cambia aria,registro e pure regime,in pochi metri alla fine,dù strade in comune c'hanno,solo er CAP,le guardie e il nome delle zone,il quartiere e le città vivono nei bar e non so' soltanto chiacchiere su quel goal che'n ce stà,er rumeno che scolletta p'annasse a'mbriacà,fa quasi colore,non provoca dolore ma,i problemi de qua non vengono da là,te danno un bersaglio pe' fatte sfogà che a niente servirà,nun te lamentà,signò,le porte sarebbero altre da sfonnà,si ar giro se continua a fà!

(...e a quanto pare continua...Lucci,man!Saga,man!Pietros!4 chiacchiere...4 passi...da un semaforo all'altro...4 passi...)

Da Un Semaforo All'Altro — Supremo 73 ft. Lucci,Pietros,Saga
inserito da RebelKire

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook