13k+ testi hip hop italiani.

Resto Inquieto
Ted Bee

♥ 2214

La mia vita è una tragedia in scena in un teatro vuoto
crollato sotto il fischio degli dei al primo coro
amici neanche uno solo qualche conoscente
gente a cui se morissi non fotterebbe niente
o forse un po’ spiaciuta o triste in qualche caso
ad andare un giorno di pioggia a un funerale a Belgrado
per capire ho praticato anche l’autodistruzione
se vuoi capire scordati che cos’è l’amore
essere capiti qua è una forma di prostituzione
a me bastava che l’amore restasse un sogno ad ore
e nei miei versi non ci trovi la poesia
la vita mi disgusta, la vita è malattia
preferisco essere preso per quello che non sono
o al massimo ignorato da ogni singolo uomo
il cervello dorme quando il sangue pulsa nelle vene
il mio cuore mi fa male come se non mi appartiene


(RIT)
Vedo la fine della mia storia a un metro
e resto inquieto qua
sento morire la gloria nel suo eco
e resto inquieto qua
tu dici “conta, su di me ci credo”
eppure non ti vedo, eppure non ti vedo
vorrei partire per non tornare indietro
ma resto inquieto qua


Sono l’elogio di me stesso sinceramente non vostro
sul palco io mi svesto: sputatemi addosso
insultatemi tra i vivi coi peggio appellativi
in fondo ci intendiamo perché ci odiamo
cammino tra nemici, zombie, fantasmi
ma la mia fantasia non li fa sembrare falsi
non bado alla politica, alla società, a Dio
vivo da senza patria la mia patria sono io
perdere tutti i giorni per me è vincere per sempre
infrangere tutti i sogni è morire lentamente
Fede, ideali, donne ecco le tue catene
io non ci penso e mi sento molto bene
ho capito che quella che chiami libertà è finzione
che un sacco di problemi non hanno soluzione
che non c’è stata mai una vera rivoluzione
vivo da senza Dio e aspetto l’inquisizione


(RIT)
Vedo la fine della mia storia a un metro
e resto inquieto qua
sento morire la gloria nel suo eco
e resto inquieto qua
tu dici “conta, su di me ci credo”
eppure non ti vedo, eppure non ti vedo
vorrei partire per non tornare indietro
ma resto inquieto qua


Io non sono nessuno, non sarò mai nessuno
avevo mille sogni ma li ho mandati in fumo
il bello di avere un sogno è che ti fa sognare
ma dentro un sogno c’è qualcosa di volgare
conoscersi è sbagliare dai retta a me e a chi disse:
conosci te stesso hai pretese più che da Ulisse
un enigma più difficile di quello della Sfinge
peggio che Ercole e tutte le sue fatiche
stasera non ho voglia di andare a quella festa
vorrei morire solo perché ho mal di testa
noi siamo la morte la vita non è un sogno
quella che chiami vita non è vita è il suo sonno
più do amore più non riesco più ad amare
quando realizzo un sogno non riesco più a sognare
niente mi soddisfa, niente mi consola
e la mia anima morirà da sola.


(RIT)
Vedo la fine della mia storia a un metro
e resto inquieto qua
sento morire la gloria nel suo eco
e resto inquieto qua
tu dici “conta, su di me ci credo”
eppure non ti vedo, eppure non ti vedo
vorrei partire per non tornare indietro
ma resto inquieto qua

Resto Inquieto — Ted Bee

Inserito da ducciomazzola

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook