13k+ testi hip hop italiani.

Nodi alla gola
The Haze

♥ 912

Risveglio traumatico, fuori piove ma non me ne sono accorto
la stanza è più stretta del solito ed io ho il fiato corto
se vige la legge del più forte com'è che non sono ancora morto?
o sono un morto che cammina come Cristo risorto
e tutto va storto ho il pede troppo basso
per sopportare piedi in faccia ed un altro colpo in pancia
e se tu fossi qua con me sarebbe tutto diverso
io sarei fuori ad aspettarti ripetendoti di fare presto
La collettività segue un istinto che
li spinge a credere a tutto senza chiedersi il perchè
come una moda che pria non c'era e adesso c'è
come un uragano che spazza tutto via con se
è ragionevole prendere una strada diversa, indagare sulla chiesa
che ti riempie la testa delle avventure e dei miracoli di Cristo
che nel contemporaneo ancora non ho visto
e fammi un fischio quando ri scendi sulla terra
quando separerai il bene ed il male da ogni legame
quando innalzerai l'impalcatura verso quelle mura
quando il paradiso non sarà più una censura
la vita è bella e dura ed il mondo è guasto
dei miei amici sono l'ultimo rimasto
a credere in qualcosa che non vedo
io ci credo anche se non prego

Rit:
Se fosse per me me ti citerei in ogni mio testo ma del resto
cosa ti interesserebbe di tutto questo?
la chiesa ha la bibbia, io ho un beat ed un foglio bianco
per avere meno cazzi in testa quando sto zitto e piango

Dopo una notte intera passata in catalessi
alzo lo sguardo verso lo specchio e ti cerco tra i riflessi
gli stessi che un tempo non molto lontano ci fecero sentire persi
in un mare d'amore senza oasi di odio come due fessi
Ora sto qui a scriverlo su un foglio e a buttar giù versi
di nostalgia c'è ne a palate nei miei testi
mi dispero e ti vorrei accanto in tutti i contesti
anche sul divano di casa chiedendoti se resti
ma tu sei triste perché niente è come lo vorresti
se ti dassi una penna e un foglio chissà che penseresti
contro di me scriveresti pensieri molesti
mentre io sto da solo a credere che non oseresti
e sbatto la testa contro il fatto
che la vita è come un dipinto astratto
favorisce la distanza e ostacola il contatto
ti giuro preferirei un infarto a vederti piangere
ogni volta che di me ne risenti il distacco

rit:

E' come morire e sapere di averti guardato negli occhi una volta soltanto
nodi alla gola per trattenere il pianto
e quest'odio verso il mondo bastardo
lo metto dentro ogni mio testo ogni volta che canto

Nodi alla gola — The Haze

Inserito da Vincent Lo Vasco

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook