13k+ testi hip hop italiani.

Aprirvi Gli Occhi
The Worst AWkWords ft. Martino Piccioli Dei The Guinnass

♥ 1323

Ritornello Martino Piccioli

Tumuli,
corpi apparsi in pochi attimi,
tutti grigi, immobili,
animi ignobili.

Cumuli,
di atteri angeli,
non siate così deboli
e adesso alzatevi.

Strofa meSs

Corpo livido e tepore insito nell’animo,
esito un secondo uscendo dal mio antro gelido.
Sporco e privo di qualsiasi scrupolo m’inerpico,
e scopro lo stuolo di morti senza fine ultimo.
Nudo e solamente con la mente come amica,
gli occhi che mi bruciano in maniera esagerata
come agente patogeno di una pomata balsamica,
tanti volti spenti nella folla inanimata.
Trama fitta tra la zitta valle che mi abbraccia,
gente senza vista e addirittura senza braccia,
resta spenta spinta unicamente da pigrizia,
ma la mia attenzione viene presa da una faccia.
J-honKEY è già a caccia di gente onesta:
che sia un’illusione provocata dalla testa?
Vicino ad un’acacia fa strane gesta,
mi avvicino con tremore per paura di una svista.
L’animo tristo si fa presto inossidabile,
cammino lesto a fianco dell’amico a passo stabile,
l’opera che stiam per compiere è impensabile:
trovare un modo abile per risvegliar le anime.
Spiegazioni virgiliane come luce,
capisco meglio dove questa strada conduce.
Bieche azioni portano solo al baratro,
me lo gestisco io lo spettacolo in teatro.
Ma basta avere un briciolo di encefalo,
per capire quando non si punta un faro nitido,
e ci si lascia trasportare come un microcefalo,
il gioco pochi quelli che realmente lo conducono.
Da spiriti siam diventati portatori
e produttori di pozioni che fan risvegliare i morti.
Puoi provare ad iniettarti degli antidoti, tuoi idoli,
ma siamo svegli e vigili, non puoi opporti.

Ritornello Martino Piccioli (x 2)

Tumuli,
corpi apparsi in pochi attimi,
tutti grigi, immobili,
animi ignobili.

Cumuli,
di atteri angeli,
non siate così deboli
e adesso alzatevi.

Strofa J-honKEY

Rinvengo smagato, convengo svagato
sul convegno di morti, una distesa,
pacato convengo con i conti alla resa,
ho pagato con contegno la spesa per la vita,
perla vivida contengo sofferenza livida,
essenza bifida condita con bene e male,
coerenza infida ed ibrida bene o male
infinita ti può allettare, allattare, allietare
ed allacciare di nuovo a natale esperienza,
a una tale esperienza di vitale persistenza,
non si giunge senza morte in precedenza,
e la presenza di spirito per guardarla in viso,
in uno specchio intriso di sangue e inciso,
con languide parole di un messaggio conciso,
o in chi langue nel globo tra vanghe, angherie
e il riso di vaghe gerarchie disposte in batterie,
artiglierie ignorate, con artigli e vie serrate,
come occhi che avevate e ancora non usate,
le pupille usurate dal buio di cui abusate,
guardino turbate questa jam a costo zero,
gemma e nostro zelo contro ogni Geenna,
che spenna il mondo intero veloce come Senna
o la Senna in piena, la transenna che avvelena
ogni vostra vena e voglia di conoscenza immensa,
si rivela vana se mangiate in mensa musica densa.
Si alzi chi pensa!! Chi ne è ancora in grado…
Ammetti che, i nodi tornano al pettine, ingrato!!
Le settiche salme formano uno strato di calme
scettiche alme di carne che risveglio con carme,
contarne è inutile, sono un’unica massa duttile,
per insigni scrittori, crede utile che insegni bagliori
in scrigni migliori, mai dispersivo tra macigni e fiori,
stanco di corsivo e stilo, discorsivo scrivo da manovale,
metodo ricorsivo da manuale sa manovrare mai tardivo,
l’apertura dei vostri occhi, detersivo e diversivo
perdura e cura quei pochi i cui moti non tradivo,
si attivino e vadano a caccia, di spine d’acacia
con la perspicacia che trasuda da questo disco,
con efficacia lo condisco con inizio per “N”,
“NOI” il pronome indizio di un vizio perenne.

Ritornello Martino Piccioli (x 2)

Tumuli,
corpi apparsi in pochi attimi,
tutti grigi, immobili,
animi ignobili.

Cumuli,
di atteri angeli,
non siate così deboli
e adesso alzatevi.

Outro Martino Piccioli

Tumuli,
corpi apparsi in pochi attimi,
grigi immobili,
animi ignobili.

Cumuli,
di atteri angeli,
non siate così deboli
e adesso alzatevi.

Aprirvi Gli Occhi — The Worst AWkWords ft. Martino Piccioli Dei The Guinnass
inserito da Anonimo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook