13k+ testi hip hop italiani.

Savi Avi
The Worst AWkWords

♥ 663

Ritornello x 2

Savi avi, schiavi della pura scrittura,
chiavi di matura lettura.
Savi avi, ci pensavi gente che non dura,
sbagliavi la caricatura.

Strofa meSs

La nebbia sulle retine non passa,
la testa è più affollata di una piazza…
Urla, parole ed una voce che si abbassa,
pensieri caduchi ed una ramazza che li ammassa.
Fieri caduti in buchi densi di melassa,
biechi ed acuti, bruchi dentro la carcassa.
Vetusto giusto, ma non per questo vecchio,
mi gusto la finestra e l’occhio si rilassa,
ma questa lesta si fa di colpo specchio,
mostrandomi me stesso felice ma depresso,
un baro ma corretto, con chi ha sorretto
e fidati è parecchio, che mi sento strano,
in via per il decesso, per il collasso umano,
fesso ma indefesso, non lascio la Sua mano.
Il richiamo della vita non langue esangue,
ma il sangue del mio sangue fa domande.
Lui ramo di una vite che è agli albori,
avente la radice, matrice degli ardori.
Lascia che ti spieghi le tre regole:
mattoni, travi e tegole di questo mondo.
Primo: evita di dare per scontato,
perfino l’amore esiste solo se è donato.
Secondo: non cercare di schivare il piombo,
quando sarai pronto, non ne avrai bisogno.
E terzo: coltiva ogni tuo sogno nel cassetto,
dona il tuo affetto nient’affatto perfetto
all’uomo affetto da petto spento,
all’uomo sopraffatto e soprattutto violento.
Mi aspetto che tu tragga insegnamento,
sarai mia voce, mia saggezza e mio talento.

Ritornello x 2

Savi avi, schiavi della pura scrittura,
chiavi di matura lettura.
Savi avi, ci pensavi gente che non dura,
sbagliavi la caricatura.

Strofa J-honKEY

Sguardo appannato su colori autunnali,
baluardo affannato da pittori irreali,
d’ideali affamato come nel lontano passato,
ma affermato come quell’ontano arrossato,
non l’ha fermato il bianco velo addossato,
l’ha ingrossato il tanto vero indossato,
l’occhio impostato sulla tavolozza di foglie,
è costato fitte al costato, gioia mozza e doglie,
constato vite nate da spoglie e piante spoglie,
sacrificio constato in soglie di morte,
ufficio onorato senza voglie distorte,
artificio dorato di chi coglie la sorte,
come adorato scarico di responsabilità,
mai adombrato dal carico dell’anzianità,
ma adoperato contro panico da inutilità,
vedo nel prato il mio riflesso sul vetro,
attraversato da chi lo rende meno tetro,
i nipoti che sono metro di paragone,
dei voti negli anni sul mio groppone,
devoti nei panni di nonni in Giappone,
il tempo dà affanni e sonni e già oppone,
resistenza alla mano che compone,
col magone la scopro molto tremula,
impone quiete alla voce che la emula
ed esula verso il bisogno di un logopedista,
ricordo il falco in sogno nel logo che dista,
una vita dal nuovo conio, dal mogio podista,
corro e mi muovo con encomio, nella mente,
di moggio provvista misura ogni espediente,
appoggio ogni trista, oscura rima obbediente
a perifrasi, mi rattrista la vista di parafrasi,
occhi a paragrafi parlano a marmocchi in paralisi.

Ritornello x 2

Savi avi, schiavi della pura scrittura,
chiavi di matura lettura.
Savi avi, ci pensavi gente che non dura,
sbagliavi la caricatura.

Savi Avi — The Worst AWkWords
inserito da Anonimo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook