13k+ testi hip hop italiani.

L'Inizio & La Fine
Tony Fine E Sapp' Siane

♥ 1018

Spesso siedo e mi chiedo
se quel che vedo è il mio credo
a volte chiudo e rivedo ma farei il tutto allo spiedo.
Mentre popoli sfidan popoli c’è chi distrugge metropoli,
chi vuol soldi per Fonopoli, tanto ormai tutto va a rotoli.
Vivo dentro ad una savana perché qui il cemento frana,
il lupo ha perso la sua tana ed ogni donna la sottana.
Gli uomini con toga che vendono droga
tanto ognuno voga nella foga più di uno che poga.
Chi vende corpi su parabole e racconta favole,
chi su tavole porta fragole che san di caccole.
Tanti frati senza saio e ad ogni uomo un guaio
se uno vive da gaio, un altro muore in un solaio..
A cosa porta tutto questo? Un giorno al buio pesto,
quindi se in piedi non resto, mesto, agli altri lascio un testo.
Restano barlumi dei veri costumi
pochi sono immuni ai consumi,
Santi Numi lanciate funi !!


Rit. (rip. 2 volte)
Tutto c’ha una fine come tutto c’ha un inizio
vivo ogni mio giorno come fosse un altro indizio (on and on and on)
chissà per strada che vedrò?
Tutto ormai è fittizio quando ognuno ha un proprio vizio
chiuso nella stanza mentre aspetto il mio supplizio (on and on and on)
della mia vita che farò?


Corpi nudi in spot imbevuti di ogni tipo di contenuti,
fiuti valori assoluti, dissoluti come in American Beauty.
Buste blu degli aiuti scruti tra i rifiuti di discariche,
lauti introiti di mafiosi arguti.
Tratte di schiave di ogni parte battono rotte esatte
alla volta delle città di notte.
Denigri le frotte di gente che fin qui dal Tigri emigra,
lungo obliqui tragitti
alimentati da sogni dai contorni ambigui.
Palchi e rotocalchi calchi se ai gerarchi dei media imbarchi
la tua intimità come in un talk-show di saltimbanchi.
Larghi consensi fa il gossip su di un vip,
o su una diva che davanti al click appare priva del proprio slip.
Si censura con un beep un discorso o un videoclip,
e se vuoi un utero in affitto chiedilo pure alla tua equipe.
Il senno usa sennò più che un moderno metrò,
vedrò scene retrò di gente spinta su di un risciò.


Rit. (rip. 2 volte)


Gente senza cuore,
ovunque è un torpore incolore
fan più rumore tre suore
di un figlio che ammazza un genitore.
L’ odore del confine, vicina ormai è la fine
si è perso anche il sublime visto che il cibo è concime.
Persone come icone a causa del cotone,
mentre un prete parte in missione c’è chi parla di clonazione.
Serve cambiar rotta prima della botta
ma non affondando una flotta o avvelenando la Motta !

Vite che vanno in tilt se in tilt va un microchip.
Bada se incappi nell’inghippo del video poker come Willy con Be-beep,
io resto dritto dinanzi a metropoli agevoli ai forti
ma sì strette come ovuli verso i più arrendevoli
e verso chi ha polsi deboli.
Cavoli! Ribaltando tavoli chiedo a chi di dovere tra i popoli
se Cristo sta lì fermo tra i viottoli di Eboli.
Lupus homo hominis come condomini condividi e rumini
egoismi come biada da ceste di vimini.


Rit. (rip. 2 volte)

L'Inizio & La Fine — Tony Fine E Sapp' Siane

Inserito da keepitterron

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook