13k+ testi hip hop italiani.

Tre
Tony Fine E Sapp' Siane ft. Primo

♥ 1236

La vita che ti toglie di casa,
la vita che inavvertitamente all’improvviso ti ridà ogni cosa.
Ti trovo che piangi e non mangi
gli altri che hanno sempre una parola per interpretarti..
Se vivessero la vita che c’è in te saprebbero che
tu e il tuo fidanzato ora siete in tre
e pure se non volevate e pure se non ce la fate
pure senza sole qui è di nuovo estate.
E tu lo sai, sei sorda ai rimproveri
lo sai di remare contro vento con i tuoi soli muscoli.
Papà ti guarderà incredulo
finchè papà non si vedrà nei lineamenti del tuo piccolo.
Goditi: uno, l’incoscienza dei capolavori,
due, l’anestesia più naturale per i tuoi dolori.
Ti dicevano: “sta attenta” e tu ridevi
“..a me mi basta di ballare il rock n’roll..” gli rispondevi.
Sopra ai tavoli dove ti piaceva fare l’alba,
dove la felicità si consumava con estrema calma,
ora la vita intorno a te sta correndo
e una vita dentro te ti ringrazia perché sta nascendo.

Gli uomini non sanno a cosa vanno incontro sai…
Son gli uomini che pensano che non avverrà mai,
gli stessi che poi affermano che una notte d’amore in fondo è solo libertà
e che il tuo corpo dà loro la possibilità di trarne vanità.
Tu sola in una stanza a chiederti se adesso puoi
parlarne con qualcuno o dirlo senza fiato ai tuoi.
Tu illusa da un amore che pensavi desse luce ai giorni bui
in cui sognavi timida tra quattro mura e le lenzuola lui.
Immagino che peso adesso darsi nuovi ritmi di vita,
spero tu sia in grado di mutare ogni ferita in una rosa fiorita.
Le dita che sfiorano il tuo ventre già pronto
riempiono i vuoti che avverti intorno a te e so perché
dal volto tuo traspare un sorriso se adesso siete in tre..

Di desiderio fremi ma freni ed aspetti,
ed anche se stretti l’uno all’altro perfino un bacio rigetti.
Rifletti, ma solo la fantasia sollevi ed alletti,
il tuo immaginario in condizioni lo metti
che sogni ti inietti di utopici letti,
in cui è un habituè il tuo desabillet più che osè
condiviso su un letto a tre piazze
tra il tuo lui e te.
E’ così che smussi i tuoi impulsi
stretti in avulsi principi resi da famiglia e chiesa indiscussi.
Pochi punti e confusi,
come donna accusi le colpe di vari eccessi e lussi.
Ma prima o poi bussi ad un uomo,
la macchina è il luogo,
e con poco il fuoco della passione diventa un rogo.
Che faccio? Taccio o non taccio?
O da me mi tolgo l’impaccio?
Ma c’è chi a vista mi guarda come in un setaccio.
Oltraggio!! ..(mammà fa quando lo sa).
Si va al riparo!
Invano importa il fatto che poi lo ami.
Sotterfugi cuci con tecniche da baro,
e in soli nove mesi lo sposi e lo chiami caro.
Nato il figlio, lo stringe sul giaciglio di un letto
proteggendolo dal freddo del mobilio della nuova casa
laddove lei gli tiene consiglio,
un miglio lontano dal coniuge e dal litigio.

Tre — Tony Fine E Sapp' Siane ft. Primo

Inserito da keepitterron

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook