13k+ testi hip hop italiani.

La religione dell'apostolo
Totò Nasty

♥ 808

Avvelenato come a chi fanno il portafogli
scarabocchi in mezzo a fogli, bisbigli in mezzo al fumo
ma nella stanza sono solo, attorno a me nessuno
voglio mi veda nudo in questo modo
tiro su il chiodo dalla testa non fa male
vapore col mio calore sale sulla scrivania a ballare
e grappoli d'uva ancor più piccola
di quella presa in mezzo ai tuoi giornali giù in edicola
la tastiera luccica di suo, musiche da brio
blu superman e bianco sborra nello sfondo mio
tenere testa al ritmo non è facile
devi studiarci tutto il giorno e in rete non ci sono pagine
l'ho detto a mamma ma non ci crede dice
non si può sbagliare perché il mondo non concede
a macchinetta scrivo lettere in disuso, rime che avevo già chiuso
standard da manicomio del reppuso
tutorial in lingua video audio
tecniche che non ci dormo se non sradico
abdico già nei secondi dopo perché l'incastro suona a vuoto
l'effetto scocchia proprio (st'effetto scocchia proprio, ah?)
fermo immobile l'ho scritto
il testo dove ho sputtanato tutto, dall'intro all'outro
da quando parto in auto, a quando scambio benny per corrado
o piscio dentro al tuo armadio
fiammiferi di carta nera portano all'aldilà della visione normale (normale)
io non so fare, altro che dare consigli pratici al commentare
e sperare che ste storie arrivino a un punto, cazzate scritte sotto fungo
e sperare che ste storie arrivino a un punto, qualcosa almeno tu hai raggiunto...

La religione dell'apostolo — Totò Nasty

Inserito da Michele Sperà

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook