13k+ testi hip hop italiani.

Aobe Panorama
Volo ft. Kavemura+Dj Kally

♥ 1228

Aobe panorama con Kavemura e Dj Kally

Sogghigno mentre dipingo lo schermo del Seleco

Volo
Proiettati in mondo visione in mezzo ai reduci dai forse
dove l’essenza dopo si cripta, doppio click sopra l’icona e aziona
è gommapiuma messa sull’anima, sonnifero per i presagi
consigli kamikaze in masse sparse tra finestre e plagi
lancette strette dettano i tempi all’ora di pranzo tra lo sfarzo
è un mondo fuori tempo da quando viaggia al quarzo
è Sodomia e Gomorra 2004
zoom, scala, inquadra e sorridi, sputa nel piatto

Kavemura
E’ futurismo random, check
autodidatta e analogico, con qualche rima
che arriva giusto a proposito tra boom e ciack, surclassa
il cibo in scatola, ma congedato da
data innanzi ogni surrogato, ma nei pranzi
ogni scarto ci va dentro, orde da Cento
all’ultimo censimento, nell’ordine depenno
nel tentativo di ripristinare il senno perso
tra le steppe di un impero, consacrato
al dio dinero per i secoli a venire, nello sclero
garantito da succose mire, dalle cantine a soffitte
informe e modalità espressive oggi
ci salvano in corner, menzogne grasse da ogni poro
creano il frastuono e poche voci possono
uscire dal coro, non c’è ristoro tra
icone predisposte, ne pater noster
a evitarti le batoste, danno consigli per le masse
li lascio alle spalle e giro questo mondo senza
le pagine gialle
Volo
Siam fuori dall’era dell’ottimismo!


E il mio pensiero resta liquido, è un panorama da 720°
È un panorama da 720°, e il mio pensiero resta liquido
X2
E la mia immagine resta intatta dentro a specchi che non riflettono
Sinapsi in disfunzione, è metadone alla tua scienza
Siamo il segnalibro tra le pagine più scomode, che non si leggono
Per ogni concorso, con polso compensa


Kavemura
In giro senza ormai più confine tra le sfide e le spade
fuori dalle guaine si incide, le strade
è dove vuoi restare intero, ma
due rime e poi ti mando a casa come Zapatero
erro ebbro di funk in giorni sette
gioie e disdette, tracce in pagine non lette
distanti dalle vette e luce agrama
si spinge il tasto per evoluzione, è futurama

Volo
Si è messi in gara, dall’alba la distanza che ci separa
5 passi di perfezione mentre il plotone punta e spara
(lasciate un messaggio dopo il beep) Lo specchio dei tempi
il padre erige l’effige mentre suo figlio gioca agli stenti
questo è il guaio, è il cadavere della coscienza collettiva
nel bagagliaio che si risveglia 6 piedi sotto il terreno a gennaio
non ti sei accorto: c’è la diretta dal cornicione da cui sei sporto
mentre il pubblico da il sussidio al suicidio (più contorto)
il conforto nel metronomo
disegna un muro negl’occhi che resiste contro conquiste di pixel Comodore
lo schermo è rotto, frequenze che non capto
che non opto mentre il vizio si fa assetto e il sopra si fa sotto
dall’alfa all’ omega, miglia in sintetico
anestetico negl’occhi dell’angelo riverso in corsia
(Flash flash), guarda in camera e sorridi all’autopsia
spiacente ma la mente resta assente: eutanasia!

Aobe Panorama — Volo ft. Kavemura+Dj Kally
inserito da Volo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook