13k+ testi hip hop italiani.

L'ottavo Giorno
Volo ft. Sole+Amano+Mole

♥ 789

L’ottavo giorno con Sole + Amano + Mole

Esiste un giorno in cui i rimedi qui non servono (lascia stare)
un giorno in cui tutti i problemi poi convergono (non ti scordare)
tutto cambia (non c’è tempo) ed è strano (non c’è dove ne come)
non perdere sé stessi per scordarsi è insano
esiste un giorno in cui i rimedi qui non servono (lascia stare)
un giorno in cui tutti i problemi poi convergono (non ti scordare)
tutto cambia (non c’è tempo) ed è strano (non c’è dove ne come)
perso nel giorno in cui non so

Volo
Sono due giri di quadrante che distanzia, il panorama qui resta ambiguo
l’individuo perso dentro il viaggio, in vantaggio col raggio
più esiguo al pasaggio, due giri di lancetta accetta
un diversivo e affretta il passo se in passivo, l’alba non aspetta
dimentica ‘sto cielo anche se terso
prendi fiato e chiudi gl’occhi troppo piccoli per ‘st’orizzonte immenso
la pioggia di ieri, con il metallo in pensieri
s’è fatta ruggine quest’oggi sopra ciò in cui credi
c-a-o-s l’essere onesto
non servisse sarà complesso soluzioni piatte
per questioni messe a rilievo da ‘sto ghiaccio che scaccio e che levo
sento che il sintomo assunto e consunto non sedo
dimenticato tra i capitoli blasfemi di una storia
che fa troppa aderenza su stilemi ed estremizza il resto
di corsa se il domani chiama (fa più presto!)
paradiso e inferno nell’ottavo giorno in settimana

Sole
Oh signore! Un altro giorno in cui mi sbatte in faccia il sole
un sole che non scalda, un’alba
troppo scialba per amarla, ma troppo viva per odiarla
dammi un segno, parla!
ora che non vedo più il vento e non sento
che è il fuoco dell’inferno a bruciarmi dentro, ormai è spento
il calore che dava colore alle cose, tant’è che non mi danno
nemmeno se piove e all’orizzonte niente si muove
solo nuvole su nuvole, tempeste sono lugubre
coprono il pianto di un altro salice, cosciente
che fare del male è sempre più facile
in un mondo così fragile e debole, e io? Cosa?
Chiedo perdono per gl’errori commessi
ma gl’orrori a cui assisto sono sempre gli stessi
come i pretesti dai quali fuggo sperando che passi
e mentre i volti sono avvolti da risvolti volti a sconvolgerli ti prego
ma tu mi ascolti?

Volo
Preparati, l’ottavo giorno in settimana
Volo, Sole, Mole, Amano in connessione
è il giorno in cui tutto hai davanti uomo
è il giorno in cui tutti i 7 giorni precedenti non contano
trova semplicemente la tua direzione
la tua situazione, la tua posizione

Amano
Am achten Tag komm ich zum Vorschein, da kriech ich aus der Höhle
Schau der Sonne ihren Glanz mir an
der Tiere ihren Gang durch den Wald, ihre Rücken
haben Löcher Jäger laufen um die Ecke, sie
sind bewaffnet mit Schnellfeuergewehren,
damit ballern sie sie nieder, ich halt mir die Hand
vors Gesicht gehe wieder, am achten Tag such ich
Schutz unter Vordächern von Häusern streichle dort blonden
Mädchen durchs Haar, am achten Tag ist alles
wunderbar, doch sie sagt, leider muss
ich gehen steigt ein fährt davon, doch was macht das schon
ich hab ja noch meine Freunde das Meer
am achten Tag geh ich weg komm niemals mehr
am achten Tag bau ich mir ein Schloss aus Sand mit
genauen Giebeln kleinen Trompeten, mit
Fahnen an den Mauern, doch ein Windstoss zerbricht es
trägt es davon, doch was macht das schon
ich hab ja noch meine Freunde das Meer am achten Tag
bin ich innen leer, ich back mir einen Kuchen, mit
einem Tag aus Teer, dann schwillt mir mein Kehlkopf an
ich muss niesen, am achten Tag beginnt
es draußen zu nieseln, ich geh nach draußen hallt
mein Hände in den Regen, am achten Tag
beginn ich endlich damit zu leben

Mole
168 ore, somme colme di dubbi
nella chiarezza l’incertezza maggiore
le persone che ho ascoltato in settimana eran convinte
spinte forse nell’illusione da mani ormai vintage
stessi errori del passato, chi impara
è merce rara e mette in pratica l’ottavo di ciò che ha assimilato
oggi, dove i discorsi logici hanno un pubblico
accorgersi da chi è formato è l’ultimo
problema, ho incontrato geni e gente ingenua
manti sane che pian piano il tempo devia
una skeef testa resta dunque un’infezione
non per niente rende invano ogni intento di finzione
anche ‘sta settimana un altro scemo è entrato in hit parade
don’t stage con voce in playback calda come un plaid al polo
Poleddy e il Nano, per mano con Amano
tramutiamo in un incubo il vostro sogno americano.



L'ottavo Giorno — Volo ft. Sole+Amano+Mole
inserito da Volo

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook