13k+ testi hip hop italiani.

Veleno
Web's

♥ 975

(Web scheggia amara che ti penetra nel fianco ti becchi l'epatite se ti fidi del mio branco considera già morto il tuo cervello se sei stanco il mio socio se ne sbatte smercia sassi sotto banco)

Inghiotti il mio veleno e casca giù per terra crepi in dieci tocchi butti schiuma sulla sbarra con la pulse dalle note vissi l'orbite ormai vuote paralizza la mia bocca dalle mie frasi più remote WEB è repulsione dall'antasso negrigente beccami all'oscuro che ti vendo le indulgenze collassa nel tuo sterio mentre intoppo le frequenze scalfisci in fin di vita sopra un muoro le seguenze sè la mia voce non rifiata spigni er dito nella piaga
scarfisce su ogni volto la tensione che dilaga da una testa che te svaga e da n'infarto celebrale che t'aregge 4 giorni e poi te sbraga

x2
"Metto radici su quel poco che c'ho,conto solo giorni grigi vivo notti no-stop vado in fondo allo shock e non risalgo no che non risalgo affogo in mezzo ai flash non capisco quanto valgo dilago morte certa prega Cristo che t'avverta sputo l'acqua sporca sopra a terra che è deserta dilaga morte certa sputa nfaccia a chi diserta io crepo di rancore ma non voglio alcuna offerta"

Ppengimi la luce che il mio buio m'accompagna scocciami la bocca per fermare la mia lagna vado dritto giù nel fondo co la fronte che se bagna mentre crepo d'infezzione co du botte de zaccagna cerco un ragno che mi tesse sopra lo spartito Cercami sul tempo
arresto il battito tirato spingo l'occhio che se scava quando dormo 2/3 ore in tanto penso a chi me lascia per che crepa de tumore calci sulla faccia dallo stile che frantuma comprate sto disco crepa qui la tua fortuna spaccami la testa perchè questa mi opportuna schizza sangue amaro mentre l'aria intorno sfuma addormite sul tempo dove sputo il mio destino svegliate la notte sbratti lime a capo chino la mia merda la concimo la mia mente la sopprimo ed ogni mia flashata la rivivi quando rimo

x2
"Metto radici su quel poco che c'ho,conto solo giorni grigi vivo notti no-stop vado in fondo allo shock e non risalgo no che non risalgo affogo in mezzo ai flash non capisco quanto valgo dilago morte certa prega Cristo che t'avverta sputo l'acqua sporca sopra a terra che è deserta dilaga morte certa sputa nfaccia a chi diserta io crepo di rancore ma non voglio alcuna offerta"

Veleno — Web's

Inserito da Alex Di Francesco

x chiudi

Login

Puoi loggarti usando Twitter oppure Facebook.
Non useremo i tuoi dati per spammare sulla tua timeline.


Twitter Facebook